E’ da qualche mese che sono il felice possessore di una autoradio 2din di provenienza cinese (senza marca) che fa tutto, ma veramente tutto!

L’ho comprata sul sito CompraeVai.com e il modello è il LF7800G. Le funzioni integrate sono tutte quelle che si possono avere: radio am/fm con rds, vivavoce bluetooth, lettore dvd/divx, usb, sd-card, line-in, interfaccia ipod, televisione, navigatore gps. Lo schermo, essendo una autoradio 2din (cioè di grandezza doppia a quella di una autoradio normale) ha un ampio schermo 7” touchscreen motorizzato (per si apre per accedere al caricatore dvd o alla sd-card).

autoradio_cinese

La scelta di cambiare l’autoradio esistente nel mio FJ è stata obbligata… per chi non lo sapesse infatti lo stereo di serie (modello “base”), come la maggior parte delle autoradio americane riceve esclusivamente le stazioni con frequenza dispari, non ha le “mezze” stazioni e neanche l’rds.

autoradio_fjcruiserIn pratica è inutilizzabile.Viaggiando in autostrada non segue le stazioni se cambiano frequenza, è impossibile sapere che radio si sta ascoltando (senza l’rds che scrive il nome) e la maggior parte delle stazioni radio non si possono selezionare (ad esempio 104.35 o 88.80). In pratica ascoltavo sempre 103.3 o 105. Basta! E poi anche come lettore mp3 non era un gran che…

Il confronto tra una autoradio cinese di questo tipo ed una di marca è impietoso. Il prezzo delle cinesi è 1/3 o meno di quelle di marca e le funzioni sono molte di più. In cambio la grafica e l’usabilità delle varie funzioni non è il massimo e l’hardware potrebbe fare qualche brutto scherzo…

Comunque sono molto soddisfatto per l’acquisto. Googolando un po’ ho scoperto che ci sono varie caratteristiche interessanti di queste autoradio che però non sono sufficientemente documentate. Per uno smanettone come me è un piacere dover indagare nei vari forum alla ricerca di trucchetti vari e modifiche… ma mi rendo conto che non esiste un sito che metta insieme tutte le informazioni.

Per questo ho deciso di raccogliere in maniera più o meno chiara tutte le informazioni che ho in merito in modo che possano essere utili per tutti i possessori di una “autoradio cinese”.

lf7800gIl termine “autoradio cinese” non è casuale, non esiste altro modo per definire queste autoradio che sono tutte, più o meno, uguali! Cambia qualche menu, la grafica è un po’ diversa ma la base è sempre la stessa.

Ho deciso però di suddividere in due parti separate gli articoli: la parte relativa all’installazione dell’autoradio all’interno del mio Fj sul mio blog intitolato “Fj: Diario di bordo” (dove scrivo a ruota libera di fuoristrada e di argomenti connessi), la parte più tecnica relativa alle modifiche e agli “smanettamenti” software e hardware su questo blog.

Primo argomento (i prossimi in altri post): Il software.

La struttura dell’autoradio, dal punto di vista software è costituita da differenti “livelli” software che, per comodità e chiarezza, chiamerò i 3 livelli.

schema_logico_autoradio_cinese

Il terzo, ultimo nello schema logico ed ultimo ad essere caricato, è letto direttamente dalla sd-card e di solito è un navigatore di terze parti (tomtom, route66, etc.). Questa parte è opzionale ed è al centro della maggior parte degli “hack” possibili.

Il primo e il secondo livello sono scritti all’interno di una rom e vengono caricati contemporaneamente all’accensione dell’autoradio.

Il primo livello contiene le funzioni principali: radio, lettore dvd/divx/mp3, televisione, bluetooth. E’ di solito il più “cinese” dei tre: caratterizzato da una grafica customizzata dal produttore è di solito piuttosto bruttino e con scarsa usabilità. A sua volta è diviso in più parti che analizzerò prossimamente.

Il secondo livello è un vero è proprio sistema embedded che gira con windows ce. A seconda delle versioni dell’autoradio, di solito è wince 4.2 o wince 5.0. Wince carica una interfaccia pre-installata che funziona da console di comando per le varie funzioni: gps, lettore di foto, lettore mp3 e lettore video. (detta “pseudo-desktop”)

img_0203Faccio notare che c’è una sostanziale sovrapposizione di funzioni tra il primo ed il secondo livello software. In realtà per leggere gli mp3 si potrebbe usare sia il software “base” dell’autoradio, sia il software caricato in windows ce. La differenza però è nelle periferiche visibili: wince vede solo la memory card e il gps; il software “base” vede solo i connettori extra, la radio e la tv. Naturalmente entrambi i livelli accedono alle casse ma con un ordine gerarchico: il secondo livello è aggiunto dopo e quindi si sovrappone al primo livello (es: quando ricevo indicazioni dal tomtom la autoradio viene messa in mute temporaneamente).

In questo primo post mi occupo del secondo livello: windows ce. L’interfaccia che viene caricata (“pseudo”) è in realtà copiata pari pari da una qualunque interfaccia di un navigatore gps portatile. La maggior parte dei gps portatili infatti è in realtà un palmare “brandizzato” con la marca del navigatore e che usa windows ce. A tal proposito esistono un sacco di forum e siti specializzati che spiegano come installare software diversi da quelli originali sui vari navigatori portatili. Roba tipo navigon installato su di un tomtom go! In pratica l’hardware è standard, il software è un normalissimo exe che viene eseguito in automatico e che accede ad una COM per connettersi al gps.

La tecnica che spiegherò adesso premette di accedere al windows ce dell’autoradio cinese, esattamente come si fa sui navigatori portatili.

Come già detto sul windows ce viene fatta girare una interfaccia touchscreen che permette di accedere alle varie funzioni, tra cui anche il navigatore. In pratica lo “pseudo-desktop” è un semplice programma che si esegue automaticamente all’avvio di windows ce e che ha vari bottoni o icone collegati ad altrettanti software specifici.

Questa interfaccia dispone (al 99,9% dei casi) di un menu di configurazione che permette di settare il file eseguibile del software di navigazione che si trova sulla sd.

img_0204In questo modo è possibile eseguire qualunque software si voglia (spiegherò nei prossimi post come installare tom tom, igo, route66, etc.). Utilizzando un piccolo programmino facilmente trovabile su internet si può ridurre in secondo piano lo pseudo-desktop ed avviare “explore” visualizzando l’interfaccia di windows e il filesistem.

Il programma in questione è “ceDesktop.exe”. Basta mettere il file su una sd card ed impostare lo pseudo-desktop in modo che lo avvi… e il gioco è fatto!

Ecco i passaggi:

1 – Copio “ceDesktop.exe” sulla memory card

2 - Inserisco la memory nell’autoradio

img_02053 – Entro nel menu di impostazioni e seleziono “ceDesktop.exe”

4 - Torno nel menu principale e premo il pulsante relativo al navigatore… bingo!

img_02065 – Uso il pennino per esplorare windows… occhio che è tutto in cinese! Per tornare allo pseudo desktop mi basta chiudere (cliccando sulla x in alto a destra) il programma cdDesktop.

img_0207Nota bene. Il windows ce che di solito è installato sulle autoradio è una versione molto limitata. Nel mio caso, ad esempio, non c’è la barra di avvio. Questo naturalmente è fatto per limitare le dimensioni e la quantità di files che vengono caricati.

Un’altra precisazione va fatta relativamente al termine “pseudo-desktop” successivamente si userà questo termine per identificare un programma esterno che contiene icone che servono ad avviare i vari programmi che sono sulla sd. Obbiettivo futuro sarà creare uno pseudo-desktop personalizzato!

Modifica del 27/03/2009

l’articolo continua nei seguenti post:

Seconda parte: i software di navigazione per windows ce

Terza parte: installazione dell’autoradio

Quarta parte: creazione di pseudo-desktop e considerazioni finali